Gatto in classe è il benvenuto per il Ministro turco

turchia bandiera

Nonostante le gravissime difficoltà che la Turchia sta attraversando per quanto riguarda la libertà di opinione e di stampa anche qui nel buio spunta una luce, almeno per un gatto che ha deciso di stabilirsi in un’aula scolastica. Il gatto si chiama Tombi e la storia ha avuto inizio qualche mese fa nel distretto di Bayrakli a Smirne. Tombi infatti aveva cominciato a frequentare le aule di una scuola elementare per la gioia di tutti, insegnanti e bambini. Purtroppo, a causa delle proteste di un gruppetto di genitori che gli attribuiva la colpa di portare malattie e distrarre gli alunni, Tombi era stato allontanato. Ma da quel momento, appena la notizia si è diffusa, il tam tam sui social si è fatto virale e si sono moltiplicati a dismisura gli appelli per il suo rientro in classe. A tal punto che anche il Ministro dell’Istruzione ha speso la sua parola a favore di Tombi, sancendo la vittoria di chi lo voleva in aula durante le lezioni. Così il gatto Tombi è tornato a sedersi sui banchi e ad allietare le ore scolastiche dei bambini. Una bella vicenda che ha un sapore quasi fiabesco e che dovrebbe ispirare molti dei nostri insegnanti e dirigenti scolastici che invece si allarmano alla minima presenza di animali nei plessi o nei giardini.