Vegan a scuola: è diritto anche per gli insegnanti

vegan scuola

Il Comune di Bologna fornirà pasti vegani a una maestra della scuola primaria che ne aveva fatto richiesta e inoltre dovrà risarcire in denaro la stessa in quanto non accogliendo prontamente l'istanza non è stato rispettato un suo diritto nella scelta alimentare. La sentenza apre un nuovo spiraglio nel mondo scolastico anche per il personale docente che adotta una alimentazione del tutto vegetale. L'insegnante in questione ha dunque pienamente vinto la sua sfida, vedendo riconosciute dal tribunale la sua "libertà di pensiero", così scrive il giudice, e le sue convizioni.

Del resto le Linee guida per la ristorazione scolastica prevedono da anni la possibilità di richiedere da parte degli alunni un menu vegan senza necessità di alcuna certificazione medica, ma finora questo diritto non era stato esteso al corpo docente.

Il ricorso della maestra bolognese e la decisione del giudice fanno fare oggi un deciso passo avanti alla questione.

Su www.lav.it abbiamo intervistato la protagonista di questa vicenda a lieto fine.

Potete leggere l'intervista e i particolari della vicenda cliccando qui.