Fai sentire la tua voce contro il randagismo!

LAV lancia un concorso per gli alunni delle Scuole Primarie di tutta Italia in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Sei capace di creare uno slogan di massimo 150 battute per difendere cani e gatti e prevenire il randagismo?

SCRIVILO NEL FORM IN FONDO ALLA PAGINA, fai compilare il modulo da uno dei tuoi genitori e clicca su Invia!

L’autrice o l’autore della frase prima classificata riceverà la visita di LAV nella sua classe per la consegna del premio. I migliori dieci slogan saranno premiati con una targa personalizzata, mentre i migliori cento andranno a formare una speciale pubblicazione di LAV che sarà diffusa nelle scuole per educare al rispetto degli animali.

Il randagismo è un fenomeno che interessa in modo incisivo l’Italia, particolarmente in alcune regioni.

Alla base della sua persistenza ci sono la mancanza di consapevolezza dell’impegno che richiede l’inserimento di un animale in famiglia, le riproduzioni incontrollate, la mancanza di iscrizione degli animali all’anagrafe, gli abbandoni volontari, una scorretta gestione di cani e gatti, la tendenza all’acquisto di animali anziché all’adozione in canile o gattile.

Educare gli alunni ai comportamenti corretti in questo senso significa contribuire concretamente alla diminuzione del fenomeno del randagismo canino e felino nei prossimi anni.

Scopri tutti i dettagli nel bando qui a fianco. Scarica la locandina e appendila nella tua aula.

La scadenza è il 31 dicembre 2018.

E se sei un insegnante e vuoi preparare la tua classe al concorso, puoi farlo con il nostro multimediale didattico Cani e Gatti, cittadini come noi, promosso da LAV insieme al Ministero dell'Istruzione.

Tutti insieme possiamo aiutare i randagi!

Scrivi il tuo slogan contro il randagismo e partecipa al concorso!

(max 150 battute spazi inclusi)

Ci serve l'aiuto di uno dei tuoi genitori...

Il nuovo Regolamento Europeo sulla privacy ci chiede di far compilare a un tuo genitore il modulo che trovi qui sotto.

 

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

(art.46 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000)
Io sottoscritto
,
consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, ai sensi e per gli effetti dell'art. 46 D.P.R. n. 445/2000, presa visione della informativa aggiornata sul trattamento dati ( art. 13 RGPD 2016/679), dichiaro di essere titolare della responsabilità genitoriale del minore
nato il
residente a
via/piazza
C.A.P.
Indirizzo mail di riferimento:
Numero di telefono:

Trattamento dei dati personali: Informativa privacy (art. 13 regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679) e liberatoria per l’ utilizzo di immagini/disegni (legge 22.4.1941, n. 633)

LAV Onlus con sede legale in viale Regina Margherita, 177 – 00198 Roma è la titolare del trattamento di dati.
I dati personali del minore, compresi i dati relativi a immagini/riprese video anche di gruppo, o disegni, parole, pensierini - di seguito semplicemente “dati” - possono essere conferiti solo dal soggetto che si dichiara genitore/persona esercente la potestà genitoriale (art. 8 RGPD 2016/279).

I dati saranno trattati con modalità cartacee e telematiche nel rispetto di principi di correttezza, liceità, trasparenza; in tale ottica i dati forniti verranno utilizzati in contesti non lesivi della dignità del minore, e per finalità strettamente connesse e strumentali agli scopi istituzionali della associazione.

I dati, che sono sempre raccolti in occasione delle attività associative, saranno conservati e trattati per un periodo direttamente collegato alle necessità dell’Ufficio educazione, ed utilizzati per le campagne di comunicazione della LAV: eventuale pubblicazione sul periodico cartaceo Piccole Impronte, campagne nelle scuole, contest, iniziative pubbliche di sensibilizzazione dedicate ai bambini, eventi vari in cui vengono coinvolti bambini e genitori, siti internet istituzionali, social network ecc. La non autorizzazione al trattamento dei dati preclude la possibilità del loro utilizzo da parte di LAV.

All’interessato sono garantiti tutti i diritti specificati dagli articoli da 15 a 22 del RGPD 2016/679 che potrà esercitare attraverso il genitore/persona esercente la potestà. Tra questi ricordiamo la revoca del consenso al trattamento, il diritto di chiedere e ottenere l’aggiornamento, la rettificazione o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, e il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali. Le richieste andranno rivolte senza formalità a info@lav.it o con posta tradizionale presso l’indirizzo LAV onlus, viale Regina Margherita 177 – 00198 ROMA e saranno evase nei tempi previsti dalla normativa.

Per avere maggiori informazioni sul trattamento è possibile visitare il nostro sito "http://www.lav.it"  dove è pubblicata una informativa più dettagliata sul trattamento dati.

LAV viene anche autorizzata , ai sensi della legge 22.4.1941, n. 633 (Legge sul diritto d’autore), a conservare nei suoi archivi cartacei e informatici i dati del minore protetti da copyright (immagini/riprese video anche di gruppo, o disegni, parole, pensierini). La non autorizzazione preclude la possibilità del loro utilizzo da parte di LAV. Questi dati saranno utilizzati per scopi educativi e promozionali a titolo gratuito, in qualunque forma e modo, senza limiti di tempo e spazio, su carta stampata e/o su qualsiasi altro mezzo di diffusione, riconoscendo anche se del caso, ogni più estesa facoltà di sua elaborazione, riproduzione e adattamento totale e/o parziale. Il genitore/persona esercente la potestà genitoriale, prende atto che le finalità della associazione non sono a scopo di lucro, e pertanto rinuncia ad ogni diritto, azione o pretesa derivante dalla autorizzazione.

Il Titolare del trattamento - che ai sensi dell’articolo 8 paragrafo 2 del RGPD UE 2016/679 è sempre tenuto a verificare che il consenso al trattamento dati di un minore sia prestato dal titolare della responsabilità genitoriale - ricorda che l’invio della scheda di adesione presuppone che l’adulto, presa visione di questa informativa, abbia il titolo per poter autorizzare il trattamento dei dati del minore.

La presente liberatoria potrà essere revocata in ogni tempo.

Presa visione della informativa di cui sopra e in particolare di quanto previsto dall’art. 8 RGPD 2016/279 autorizzo al trattamento dati del minore indicato

Schede Verticali