Basta botti, per il quarto anno LAV e Ministero dell'Istruzione insieme per gli animali e gli umani

LAV e Ministero dell’Istruzione sono fianco a fianco nel proporre per il quarto anno consecutivo “Basta Botti, per gli animali e per tutti”, una iniziativa rivolta alle Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado per prevenire i danni da esplosivi che sono una triste ricorrenza nel periodo delle festività natalizie.

Le vittime non sono solo umane, ma anche animali, come è accaduto nell’episodio della strage di storni a Roma nel Capodanno scorso.

Gli insegnanti possono anche richiedere un intervento in videoconferenza con esperti LAV che parleranno con gli alunni dei rischi che le esplosioni comportano per gli animali. Nel corso del 2021 una studentessa di Messina, Arianna Di Figlia, ha voluto anche donare a LAV un suo cortometraggio animato che con grande intensità ricorda il momento drammatico della morte degli storni e di altri animali nel Capodanno romano 2020/2021.

Il corto è visibile cliccando qui! 

Purtroppo è difficile fare una stima degli animali morti o feriti a causa dei botti, ma abbiamo invece dati certi per le vittime umane.

Il bilancio per i festeggiamenti di Capodanno 2020/2021, nonostante la pandemia, conta un morto e 79 feriti, di cui 23 ricoverati. Ha perso la vita un ragazzo di 13 anni di Asti, deceduto a causa dello scoppio di una batteria di petardi che lo ha colpito all’addome.

LAV e Ministero dell’Istruzione invitano quindi tutti gli insegnanti a scaricare e portare in classe “Basta Botti, per gli animali e per tutti”.

Scarica Basta Botti!