Bergamo, approvato il piatto veg grazie agli alunni

Bergamo SalvaClima a tavola

È stato approvato in consiglio comunale a Bergamo, nella seduta di ieri, l’Ordine del Giorno “Istituzione del Menù Green utile alla riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera”, presentato a seguito di una istanza dell’ISIS Giulio Natta al sindaco Giorgio Gori.

L’approvazione dell’atto, che LAV aveva invitato a non lasciar cadere, deriva da un progetto didattico dal titolo “Salvaclima a tavola” sulla riduzione degli alimenti di origine animale che la nostra associazione ha sviluppato da novembre 2021 a febbraio 2022 proprio all’ISIS Natta di Bergamo con la collaborazione della consigliera comunale delegata alla Food Policy, Denise Nespoli.

La richiesta degli alunni e delle alunne al sindaco era in realtà più ambiziosa e mirava a ridurre “del 4% ogni anno, almeno fino alla fine del corrente mandato, l'apporto di proteine di origine animale nelle mense pubbliche e scolastiche” della città.

Il 21 febbraio scorso gli studenti e le studentesse dell’ISIS Natta avevano anche organizzato un flash mob per sostenere le proprie richieste (guarda il video)

Uno spunto che non è stato colto dall’Amministrazione Comunale, riducendolo a un – pur apprezzabile – impegno “che si realizza nell’inserimento di un piatto o di un menù senza carne, realizzato con soli alimenti vegetali, nei menù delle mense scolastiche e presso le strutture sociosanitarie del Comune di Bergamo” e in una serie di azioni di sensibilizzazione “presso il mondo della ristorazione cittadina e provinciale, affinché sia considerato l’inserimento del “Menù Green” negli esercizi” e in iniziative simili che non costituiscono, tuttavia, un reale vincolo ad agire.

Chi volesse consultare gli atti può accedere al sito del Comune di Bergamo.

La discussione del punto in consiglio comunale è invece a questo link.

Vedi anche la precedente notizia sull’argomento.